Luciano Basso Pianista Compositore
Home » Biografia

Biografia

 - Luciano Basso

Veneziano, inizia lo studio del pianoforte a dieci anni. A quindici studia contrappunto e composizione presso il Conservatorio di Venezia, continua gli studi con il M° Gorini (pianoforte) e il M° Gentilucci (composizione). Insegnante di pianoforte e armonia a Padova.

Oltre all’attività concertistica e didattica compone per diverse formazioni cameristiche italiane e straniere, partecipando a numerose rassegne musicali; suoi brani sono stati eseguiti da diversi musicisti in Germania, Francia, Grecia, Spagna, Belgio, Inghilterra, Ungheria e Olanda (oltre che nei festivals italiani).

In numerosi programmi televisivi vengono trasmessi suoi concerti e composizioni; ha inoltre collaborato con le sedi RAI regionali per produzioni culturali e didattiche, brani del cd "Free Fly" sono inseriti in diversi programmi di Rai2 e Rai3.

Ha inciso quattro LP e cinque CD di sue composizioni per l’etichetta Ariston (distribuzione Ricordi); nella terza registrazione vengono commissionati due preludi per l’orchestra d’archi della Scala diretta dallo stesso Basso; sue partiture sono pubblicate per le edizioni Ricordi – Ariston – Malipiero.

E’ stato il primo pianista ad eseguire in Italia i Keybords Studies del celebre compositore americano Terry Riley, ottenendo un notevole successo di critica e il plauso del compositore presente in teatro in un suo concerto a Torino.

Si è interessato ai diversi procedimenti compositivi del secondo novecento; dal 1983 ha iniziato un’approfondita ricerca per un linguaggio musicale più libero (ritorno alla consonanza, alla teoria dei sentimenti, al rapporto con la tradizione) costruendo una fusione tra ambiti ed esperienze diverse “musica di confine “.

Dal 1992 al 2004 è stato produttore e responsabile della casa discografica Ariston per la musica classica: collana”Auditorio Classico”. Ha presentato in prima esecuzione assoluta il suo CD “Notturni per pianoforte” a Budapest (Teatro Listz) e Pecs ottenendo successo di critica e di pubblico; così pure nelle due tournèe effettuate in Francia. Da segnalare il concerto presso la sala Rubens del museo des Beaux Arts di Valenciennes, unico musicista italiano inserito nella programmazione del Museo nella magica sala con la scenografia dei quadri del pittore fiammingo.

Ha partecipato a missioni di pace con concerti a Sarajevo, Mostar, Zagabria, Ramallah, Betlemme, Nairobi: esperienza da cui ha tratto l’ispirazione per alcune composizioni nei suoi ultimi lavori.

Ha collaborato con Gino Strada in una performance dal titolo "musica-parole-immagini", dove la sua musica tesseva un significativo percorso tra parole e video di Emergency; sue composizioni sono state eseguite a Parigi (Ircam) e Darmstadt.  

In occasione della “5 assemblea dell’ONU dei Popoli” svoltasi dal 9 al 12 ottobre 2006 a Perugia conclude i lavori con un emozionante concerto presentato da Flavio Lotti; nel 2007, alla fine della Marcia della Pace Perugia–Assisi, esegue alcuni brani  dal palco della Rocca in diretta Rai.

Nel 2004, unico musicista italiano, viene recensito  dalla prestigiosa guida anglo-americana BillBoard Music che gli riserva un ampio spazio elogiandone le capacità pianistiche e compositive. 

Nel mese di febbraio 2009 è invitato dal critico musicale Mario Luzzatto Fegiz, nel suo programma Fegiz-Files su Rai2, a eseguire dal vivo alcuni brani del nuovo cd Free Fly (Fegiz ha definito la musica di Basso quadri e colori della modernità); la stampa nazionale ha commentato in modo positivo il suo ultimo cd con diversi articoli e recensioni, in particolare Il Venerdì di Repubblica.            

Dal 10 al 17 Ottobre 2009 è andato in tournèe in Israele e Palestina con concerti e seminari nei conservatori e nelle università di Gerusalemme, Betlemme e Ramallah, l’ultimo concerto della tournèe nella piazza della Natività.

Nel 2012 continua la sua tournèe: Free Fly “un pianoforte in volo libero”.

Nel 2017 esce l'album OPEN con una nuova raccolta di inediti per pianoforte solo.

All'inizio del 2023, con il nuovo lavoro To Tell Luciano Basso ritorna alla sonorità cameristica, affiancando al pianoforte il violino e il flauto; la novitò di questo CD è completata dal pianoforte a quattro mani, repertorio dimenticato dalla musica d'oggi ma sempre coltivato da Basso, che ora ne pubblica per la prima volta tre brani inediti.

 

English: Luciano Basso comes from Venice, he started studying piano when 10years old; at the age of 15 he studied counterpoints and composition at the Conservatory of Venice, after this he developed his piano techniques with Maestro Gorini and composition  with Maestro Gentilucci, at present he teaches music in Padua. In addition ti his activities regarding didactics  and concerts, he composes for various italian  and foreign chamber  ensembles, and takes part in many contemporary music festivals; his music is played in Italy, Germany, France, Greece, Spain, Belgium, Austria, England, Hungary and Netherlands. Many shows of Rai, italian television have broadcasting  programs, especially  for didactic and cultural works. He has recorded 4 LP’s and 5 CD’s, mainly for the Ariston label; in his third record  he was asked to compose a prelude for string orchestra for the Scala Theatre of Milan, directed by Basso himself. His partitures are published by Ricordi – Ariston – Malipiero. He was the first artist to play the Keyboards Studies of Terry Riley in northern Italy, with a huge success of critics and audience. He still is one of the most active and prolific pianists and composers in Italy since the seventies. He has focused on different compositional procedures of the second half of the 19th century; in 1983 he started a deep research dealing with a more free musical language (a return to consonance, to sentiment’s theory and to reletionship with tradition) building up a fusion between different musical genres and experiences, creating a kind of “borderline music “. In the last years he has been producer and responsible for the classical music Ariston sub label “Auditorio Classico “. He showcased the debut of his CD “Notturni per pianoforte “in Budapest and Pecs obtaining a huge success; also in his French tour: especially the gig held in the Rubens Hall of the Beaux Art Museum of Valenciennes, surrounded by the pictures of the Dutch painter. He joined the peace mission in Sarajevo – Mostar – Zagreb that influenced several tracks of his CD “Fogli d’Album”; and composed the background music to the “Suoni e parole di Pace” performance together with Gino Strada. During the “5th ONU People’s Assembly” held in 2003 in Perugia, he joined the last day of the forum with  a piano concert, playing the most significant tunes dedicated to peace. In 2003 some of his compositions – two string quartets and a wind quintet – were played by italian musicians’ ensembles at the “Stuttgart New Music Days”, berring interest amongst international press thanks to their expressivity and neo-impressionist dynamism. In 2004 was the only italian musician being reviewed by the prestigious Anglo-American BillBoard Music guide, in reference to his great songwriting and piano playing abilities. On 5th of October,2006, he dedicated a concert to the 1st day of the 20th “International Meeting of Local Institutes for peace and human rights” at Auditorio S.Ceciliain Perugia, Italy. A new tour has just begun, titled “Free Fly”- same as his last CDs.